La tutela dei diritti” è dedicato all’analisi e all’approfondimento delle principali novità normative e giurisprudenziali nell’ambito del processo del lavoro (di merito e di legittimità) oltre che nei casi di risoluzione stragiudiziale delle controversie di lavoro (negoziazione assistita). Particolare attenzione verrà dedicata alle innovazioni introdotte dalla “riforma Cartabia” con l’obiettivo di fornire strumenti utili al Professionista che si trovi ad operare nel contenzioso giuslavoristico.

Il corso è articolato in 5 lezioni (da 3 ore ciascuna) che si svolgono in modalità online, con il coinvolgimento di relatori accademici e pratici di primario rilievo nel panorama nazionale. Le lezioni si terranno nel mese di settembre 2024.

Il corso è un modulo singolo del più ampio DLAV – Diritto del Lavoro.

La prima lezione del corso è dedicata alla spiegazione ed analisi delle principali novità introdotte dalla “riforma Cartabia” nei giudizi di merito in materia di lavoro al fine di fornire un quadro aggiornato e puntuale sull’assetto delle norme processuali come risultanti a seguito delle recenti innovazioni normative. Lo svolgimento della lezione è affidato alla Dottoressa Silvia Coppetta Calzavara, giudice presso la Sezione Lavoro del Tribunale di Venezia.

Il Dottor Nicola De Marinis, Consigliere della Sezione Lavoro della Corte di Cassazione, terrà una lezione in materia di inammissibilità nel ricorso per Cassazione. L’obiettivo della lezione consiste nel mettere i Corsisti a confronto con uno dei principali esperti nella soluzione di questioni di legittimità in materia di lavoro per fornire strumenti utili a superare il vaglio di ammissibilità che, anche in considerazione delle novità introdotte dalla “riforma Cartabia”, costituisce un importante banco di prova per il Professionista.

Il Professor Fabio Corvaja e il Professor Carlo Padula dell’Università di Padova – esperti in materia di diritto e giustizia costituzionale – terranno una lezione in cui spiegheranno ai Corsisti come sollevare una questione di legittimità costituzionale in materia di lavoro. La Corte Costituzionale ha infatti da sempre svolto una fondamentale funzione di adeguamento delle norme lavoristiche al dettato costituzionale e comunitario, contribuendo all’evoluzione dell’ordinamento giuslavoristico e previdenziale.

La quarta lezione del corso è tenuta dalla Dottoressa Carla Ponterio, Consigliere della Sezione Lavoro della Corte di Cassazione, che si occuperà di fornire ai Corsisti importanti nozioni e indicazioni utili in materia di motivi di ricorso per Cassazione nelle controversie di lavoro. Anche in questo caso, al fine di affrontare una tra le tematiche più complesse e delicate per i Professionisti che operano in ambito giuslavoristico, si intende dare la possibilità di confronto con un Magistrato di massima esperienza in materia.

A completamento del corso, verrà dato spazio alla trattazione dell’istituto della negoziazione assistita nelle controversie di lavoro. Il Professore Matteo Corti dell’Università Cattolica di Milano si occuperà affrontare le questioni di carattere pratico-applicativo inerenti alla negoziazione assistita che, anche in considerazione della sua recente introduzione, è fonte problematiche tecnico-giuridiche di particolare complessità.

Dottoressa Silvia Coppetta Calzavara
Giudice presso la Sezione Lavoro del Tribunale di Venezia.

Dottor Nicola De Marinis
Consigliere della Sezione Lavoro della Corte di Cassazione.

Professor Fabio Corvaja – Università di Padova
Ricercatore universitario in Diritto costituzionale presso la Scuola di giurisprudenza dell’Università di Padova e Avvocato cassazionista.

Professor Carlo Padula – Università di Padova
Professore Associato di Diritto costituzionale presso la Scuola di giurisprudenza dell’Università di Padova e Avvocato cassazionista.

Dottoressa Carla Ponterio
Consigliere della Sezione Lavoro della Corte di Cassazione.

Professor Mattero Corti – Università Cattolica
Professore ordinario di diritto del lavoro presso la facoltà di Giurisprudenza dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e Avvocato cassazionista.

Il corso si rivolge tanto ai professionisti operanti nel settore della consulenza (avvocati, commercialisti, consulenti del lavoro), quanto ai legali interni, ai responsabili delle relazioni sindacali e della gestione del personale, nonché ai dipendenti privati e pubblici che si confrontano con tematiche relative alla gestione dei rapporti di lavoro.

Forma avvocati specialisti in Diritto del lavoro, ma anche consulenti del lavoro e figure professionali come funzionari delle P.A. addetti alla gestione del personale, HR del settore privato, legali interni ad aziende pubbliche e private.

Il corso si rivolge inoltre a Praticanti Avvocati, Praticanti Consulenti del lavoro e a tutti coloro che sono all’inizio di un percorso professionale ove viene richiesto di trattare e gestire questioni giuslavoristiche di particolare complessità e attualità.

L’iscrizione al corso è obbligatoria per poter accedere alle lezioni.

È necessario compilare il modulo raggiungibile tramite il tasto “Iscriviti” presente nella pagina del corso, inserendo i propri dati personali. Una volta inviato il modulo, le informazioni verranno visionate ed elaborate e verrà inviata una mail di “conferma iscrizione” contenente le informazioni per procedere con il pagamento – tramite bonifico bancario – e finalizzare l’iscrizione. Non sono previste agevolazioni per questo modulo singolo.

Il corso è in fase di accreditamento ai fini della formazione continua professionale presso il Consiglio Nazionale Forense e presso il Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro.

È qui possibile scaricare il calendario delle lezioni del corso.

Informazioni

FAQ

Sì, tutto il materiale utilizzato durante le lezioni viene caricato sulla piattaforma moodle del corso e può essere scaricato dagli utenti.

Al fine di rispettare l’obbligo di frequenza pari al 70% del monte ore complessivo del Corso.

Sì, è previsto lo svolgimento di una prova finale al termine del Corso, la quale si sostanzierà in un colloquio orale. La possibilità di sostenere la prova finale è riservata ai corsisti che sono iscritti agli Ordini professionali (Avvocati o Consulenti del Lavoro) e che intendono conseguire i crediti formativi necessari all’assolvimento dell’obbligo formativo.

È comunque previsto il rilascio di un attestato di partecipazione a tutti coloro che si siano iscritti al Corso e che abbiano rispettato l’obbligo di frequenza.

Viene utilizzata la piattaforma Zoom. Il link a cui collegarsi per seguire la lezione viene reso disponibile dal Tutor.

Sì, è obbligatorio mantenere la webcam accesa durante tutto il corso della lezione.

Sì, normalmente viene fatta una pausa di circa 15 minuti a metà lezione.

Per tutta la durata del corso sarà presente un Tutor reperibile via mail per eventuali necessità di carattere tecnico-organizzativo (caricamento del materiali, gestione della riunione via Zoom, eccetera).