Progetto Cradle-ALP

Progetto Cradle-ALP

Programma di Cooperazione transnazionale Interreg Spazio Alpino 2021-2027

Programma di Cooperazione transnazionale Interreg Spazio Alpino 2021-2027

Eventi e News

Clicca sulla voce News & Events per leggere le ultime novità

Risultati di progetto

Clicca sulla voce Outcomes per vedere i risultati ottenuti

Profilo Linkedin progetto

Collegati alla pagina LinkedIn del Cradle-ALP

Programma di riferimento

Programma di Cooperazione transnazionale Interreg Spazio Alpino

Priorità 2: Una regione alpina a zero emissioni di carbonio e resource sensitive

Obiettivo Specifico: 2.2 – Promuovere la transizione verso un’economia circolare ed efficiente sotto il profilo delle risorse utilizzate

Titolo del Progetto

Cradle to cradle, circular design and circular substitutions for linear products in industrial manufacturing processes in the Alpine Space – CRADLE-Alp

Durata

36 mesi – 1 Novembre 2022 – 1 Novembre 2025

Valore complessivo del progetto

€ 1.953.970

Valore complessivo del cofinanziamento

FESR (Fondo Europeo Sviluppo Regionale)

€ 1.405.478

Partenariato

  • Camera di Commercio di Padova – Italia
  • Unismart – Fondazione dell’Università degli Studi di Padova – Italia
  • Technologiezentrum Horb – Germania
  • Chemistry-Cluster Bavaria – Germania
  • BOKU – University of Natural Resources and Life Sciences (Vienna) – Austria
  • Business Upper Austria – Upper Austria business agency – Austria
  • Camera di Commercio e Industria della Slovenia – Slovenia
  • Polymeris – Francia
  • School of Engineering and Architecture of Fribourg – Svizzera

Obiettivi del progetto

Il progetto Cradle-ALP mira ad analizzare e sperimentare metodologie di sostituzione dei materiali non riciclabili, con particolare riferimento a quelli di origine fossile con altri più circolari, sostenibili e biodegradabili, sensibilizzando le imprese delle regioni alpine ad adottare approcci coerenti con il paradigma “Cradle to Cradle” (di seguito indicato anche C2C) e di produzione secondo i principi dell’economia circolare.

Attività del progetto

Le attività del progetto saranno sviluppate secondo le seguenti linee d’azione:

Capacity building for Cradle2Cradle transformation

I partner contribuiranno a creare consapevolezza e comprensione delle sfide e delle opportunità dell’economia circolare nel pubblico, nelle industrie interessate, negli intermediari dell’innovazione che saranno formati per promuovere la trasformazione delle imprese favorendo soluzioni in linea con i principi dell’economia circolare. Verrà creata una “cassetta degli attrezzi” con strumenti per facilitare la trasformazione in ottica circolare dei processi produttivi e l’adozione di modelli di business più sostenibili.

Roadmaps to Cradle2Cradle transformation

Verranno sviluppate possibili strategie per la trasformazione industriale in ottica Cradle2Cradle. 15 PMI di ciascuna regione del progetto, che saranno selezionate previo avviso pubblico, saranno sostenute attraverso attività transnazionali e locali per favorire l’adozione di nuove tecnologie e nuovi modelli di business.
Il progetto si rivolge in particolare ai seguenti settori: lavorazione materie plastiche/polimeri, legno/arredamento, chimica/materiali, fibre/tessile e packaging.

Transnational Smart and sustainable specialization strategies (S4) and policy instruments

L’obiettivo principale di questa linea d’azione è collegare il progetto con le strategie e le politiche riguardanti lo sviluppo economico, l’ambiente, l’energia e i processi di produzione sostenibili nelle regioni alpine a diversi livelli: i partner lavoreranno per garantire una convergenza politica transnazionale verso strategie di sviluppo nei settori d’intervento del progetto e proporranno l’avvio di strumenti comuni di finanziamento transfrontaliero per la trasformazione industriale Cradle2Cradle nelle regioni alpine.

Il ruolo della Fondazione UniSMART

UniSMART supporta il progetto come partner italiano, contribuendo ai pacchetti di lavoro, soprattutto fornendo connessioni grazie al suo network locale di stakeholders. Il WP1 è legato alla valorizzazione e conoscenza del modello Cradle2Cradle, creando un piano di comunicazione condiviso attraverso attività in loco ed online per approfondire la conoscenza dei partner rispetto alle tecnologie e modelli di business che consentono di superare le barriere esistenti per il C2C. Il WP2 ha come obiettivo identificare soluzioni per favorire una trasformazione industriale C2C nei cinque settori, concentrandosi sulla sostituzione dei materiali con alternative a base biologica. Le attività includono l’applicazione e la sperimentazione della roadmap di trasformazione industriale C2C nel settore legno/arredamento. Il WP3 comprende lo sviluppo da parte dei partner di strategie S4 comuni, in seguito a un’analisi comparativa delle strategie S3 regionali, e la fase riguardante la definizione di strumenti comuni di finanziamento transfrontaliero volti a promuovere la trasformazione circolare di attività all’interno di Alpine Space, secondo la strategia comune S4.

Maggiori informazioni

Tutti i risultati e le attività del progetto sul sito dedicato