23 Maggio 2024 alle 14:30

Confindustria VicenzaVedi la mappa del luogo

Guarda i riepiloghi

Ricerca e applicazioni per le imprese

La Robotica Collaborativa e l’Industria 5.0 sono le nuove frontiere dell’innovazione tecnologica che promettono di trasformare radicalmente il panorama industriale e la nostra concezione del lavoro. 

In occasione dell’evento Robotica collaborativa e Industria 5.0 – Ricerca e applicazioni per le imprese”, avremo modo di capire come i robot collaborano con gli esseri umani per migliorare l’efficienza, la sicurezza e la produttività nei processi industriali.

L’Industria 5.0, spinta dagli incentivi del PNRR, sta guadagnando terreno in Italia, offrendo nuove prospettive per le aziende manifatturiere e le PMI. Questa evoluzione non solo mira a ottimizzare le attività esistenti, ma anche a ridefinire il concetto stesso di lavoro, trasformando le fabbrica in una Smart Factory: ambienti collaborativi dove uomini e macchine lavorano insieme in sinergia.

Le opportunità sono molteplici: dalla migliorata sicurezza sul luogo di lavoro al controllo qualità più accurato, fino alla previsione avanzata della domanda e dei guasti. Nel settore finanziario, assicurativo e sanitario, l’industria collaborativa offre soluzioni innovative, con sistemi di raccomandazione e intelligenza artificiale applicati all’elaborazione dei dati e alla diagnosi.

Tuttavia, con queste nuove tecnologie sorgono anche nuove sfide, operative, normative ma anche etiche. Durante l’evento, esploreremo questi temi cruciali, analizzando le migliori pratiche e le strategie per un’adozione efficace e sostenibile della Robotica Collaborativa nel contesto imprenditoriale italiano.

L’incontro che si terrà giovedì 23 maggio è organizzato in collaborazione con Confindustria Vicenza e vedrà come protagoniste le nuove frontiere, le sfide e le opportunità su cui l’Università degli Studi di Padova sta sviluppando le proprie attività di ricerca e innovazione. 

La prima parte di discussione sarà dedicata al mondo della ricerca universitaria nell’ambito dell’industria collaborativa e fornirà un quadro generale delle sfide e delle opportunità del settore. Successivamente, la conversazione si sposterà su una tavola rotonda in cui esperti del mondo imprenditoriale e accademico condivideranno best practice ed esempi di collaborazioni

Il confronto tra territorio e Ateneo continuerà nella seconda parte dell’evento, con workshop tematici volti ad approfondire specifici settori industriali in cui la robotica collaborativa può essere applicata.

Programma

Prima parte

14:30 - 14:50 Registrazione dei partecipanti

14:50 - 15:00 Saluti iniziali

  • Silvia Spillere, Confindustria Vicenza
  • Fabio Poles, Direttore Generale UniSMART - Fondazione Università di Padova

15:00 - 15:45 Introduzione al tema

La collaborazione tra robot e umani nella smart factory 

  • Prof. Emanuele Menegatti, Dipartimento di Ingegneria dell'Informazione - DEI

Percezione delle persone in applicazioni di robotica collaborativa

  • Prof. Stefano Ghidoni, Dipartimento di Ingegneria dell'Informazione - DEI

Dai robot industriali ai robot collaborativi: come cambiano prestazioni e modalità d’utilizzo

  • Prof. Paolo Boscariol, Dipartimento di Tecnica e Gestione dei Sistemi Industriali - DTG

15:45 - 16:45 Tavola rotonda

Partecipanti:

Modera:

  • Filippo Miola, Presidente & CEO Array System Srl - Vicepresidente Confindustria Vicenza - delega alla Digitalizzazione

Seconda parte*

16:45 - 17:05 Coffee break

17:05 - 18:05 Workshop

  • Smart factories: come ottimizzare la collaborazione tra persone e robot Prof. Emanuele Menegatti - DEI, Prof. Paolo Boscariol - DTG
  • Il ruolo della computer vision nella robotica collaborativa Prof. Stefano Ghidoni - DEI
  • La percezione dell'ambiente circostante in contesti di robotica collaborativa Prof. Alberto Pretto - DEI

18:05 Aperitivo di networking

*I posti disponibili per la seconda parte dell’evento sono limitati

Scarica il programma completo in pdf

Condividi questo contenuto

Iscriviti alla newsletter

Segui le attività promosse
dalla Fondazione UniSMART