Per proteggere i servizi online da attacchi malevoli, è consentito l’accesso solo agli utenti che risolvono un CAPTCHA (Completely Automated Public Turing Test to Tell Computers and Humans Apart) per poter distinguere gli utenti umani da software dannosi. Questo CAPTCHA brevettato si basa sull’abilità umana di riconoscere le forme in un ambiente confuso. È user-friendly e resiliente agli attacchi automatizzati. Un buon CAPTCHA dev’essere user-friendly e, al contempo, offrire resilienza contro gli attacchi automatici.
Questo CAPTCHA brevettato basato su immagini si avvale dell’interazione utente, dato che dipende dall’abilità umana innata di riconoscere le forme in un ambiente confuso. È stato testato approfonditamente per valutare i due aspetti chiave di un CAPTCHA: la sua usabilità, attraverso uno studio sugli utilizzatori, e la resilienza contro attacchi automatizzati tradizionali, progettati ad hoc, e basati sull’apprendimento automatico. Il risultato è un CAPTCHA user-friendly e resiliente agli attacchi automatici.

TRL 4 su 9

Gli inventori

Mauro
Conti

Riccardo
Spolaor

Claudio
Guarisco

Scarica la scheda completa del brevetto

Condividi questo contenuto

  • Protezione dei canali Bluetooth per dispositivi Android

    Questo brevetto descrive un sistema di sicurezza per dispositivi Android, in grado di bloccare l'accesso ai canali Bluetooth da parte di applicazioni non autorizzate e potenzialmente malevole. Quest’invenzione brevettata è una soluzione per proteggere i canali Bluetooth e Bluetooth Low...

  • Autenticazione dei dispositivi con gli auricolari

    I metodi di autenticazione sono essenziali per garantire la sicurezza e la privacy delle attività personali svolte su dispositivi elettronici. Si sfrutta la biometrica per l’autenticazione, dato che unisce livelli eccellenti di sicurezza e usabilità. Questa invenzione consente di autenticarsi...

  • Un metodo di autocalibrazione delle reti radar mmWave da traiettorie bersaglio in movimento

    La tecnica proposta computa i parametri di rototraslazione di dispositivi radar mmWave multipli rispetto a un sistema di coordinate di riferimento. Questo metodo calibra i radar a coppie e si basa sulla computazione della trasformazione rigida ottimale corrispondente alle traiettorie...

Iscriviti alla newsletter

Segui le attività promosse
dalla Fondazione UniSMART