Negli ultimi 15-20 anni, sono stati messi a punto nuovi strumenti per la cura del diabete, quali il Monitoraggio glicemico continuo (Continuous Glucose Monitoring -CGM) e la Somministrazione continua sottocutanea di insulina (Continuous Subcutaneous Insulin Infusion – CSII), destinati a sostituire le tecnologie di Automisurazione della glicemia (Self-monitoring Blood Glucose – SMBG) e le iniezioni giornaliere multiple (Multiple Daily Injection – MDI), specie nel trattamento del diabete di tipo 1.
Per poter determinare il bolo di insulina adatto, è importante conoscere la sensibilità all’insulina (SI) tipica del soggetto, ovvero la capacità dell’insulina di stimolare l’utilizzo del glucosio e di inibire la produzione dello stesso.
Generalmente, la SI si misura attraverso procedure di clamp euglicemico iperinsulinemico, o con test intravenosi, orali o di tolleranza alla glicemia. Tuttavia, tutti questi metodi richiedono una misurazione dei livelli di glucosio e di insulina nel plasma in contesti ospedalieri e non possono essere utilizzati su base quotidiana.
Il brevetto concerne un metodo di misurazione della SI dai dati CGM e CSII. Questo metodo può essere facilmente implementato con i sistemi descritti sopra di diversi produttori e migliora la qualità di vita dei pazienti diabetici.
Inoltre, questa invenzione può essere installata in sistemi mobili e nei pancreas artificiali, con il dispositivo di valutazione della SI già incorporato, e la possibilità di registrare l’andamento della sensibilità all’insulina durante il giorno.

TRL 6/7 su 9

Gli inventori

Cobelli

Dalla
Man

Schiavon

Basu

Kudva

Scarica la scheda completa del brevetto

Condividi questo contenuto

  • Glioblastoma multiforme: un nuovo indice prognostico di sopravvivenza

    Il glioblastoma (GBM) è il tumore al cervello più diffuso tra i pazienti adulti e ha una sopravvivenza globale (Overall Survival - OS) di 15 mesi. Al giorno d’oggi, i tumori al cervello non vengono analizzati in base alla regione...

  • Trattamento alternativo delle artropatie

    L’effetto combinato della proteina BPI (Bactericidal/Permeability-Increasing protein) e dell'acido ialuronico si è dimostrato efficace nel trattamento delle artropatie. Potrebbe integrare o sostituire le terapie antinfiammatorie attuali, che a volte presentano gravi effetti collaterali. Questa combinazione farmaceutica, contenente la BPI e...

  • Dispositivo per lo sviluppo di test meccanici su materie organiche

    Le prove meccaniche dei materiali sono essenziali per determinare le loro proprietà, quali l’elasticità, la plasticità e il comportamento viscoelastico. Tali proprietà sono cruciali per valutare se un materiale risponde a specifici requisiti di lavorazione e produzione. Riguardo alle prove...

Iscriviti alla newsletter

Segui le attività promosse
dalla Fondazione UniSMART