Nel prossimo decennio, la quantità di pannelli solari fotovoltaici inutilizzabili aumenterà in maniera esponenziale. È necessario sviluppare metodi più efficienti di separazione dei vari materiali componenti i pannelli per evitare che finiscano in discarica. Questo brevetto migliora i metodi disponibili ad oggi per separare il vetro dalle cellule fotovoltaiche.
Nella maggior parte dei pannelli fotovoltaici, l’insieme di celle fotovoltaiche è attaccato alla superficie di vetro. Attualmente, si utilizzano flussi d’aria o tappeti vibranti per separare i vari materiali, ma tali sistemi non sono efficaci per separare il vetro dalle celle, dato che i due hanno un peso specifico simile.
Il valore dei materiali recuperati dopo lo smaltimento dipende dalla loro purezza. Questo brevetto ha sviluppato un metodo semplice ed efficace per migliorare la separazione del vetro dalle celle. Grazie alla separazione accurata di ciascun materiale, il loro valore come materiali grezzi riutilizzabili aumenta significativamente.

TRL 7/8 su 9

Gli inventori

Andrea
Zambon

Pietrogiovanni
Cerchier

Scarica la scheda completa del brevetto

Condividi questo contenuto

  • Recupero delle materie prime dai pannelli solari

    Nel prossimo decennio, la quantità di pannelli solari fotovoltaici inutilizzabili aumenterà in maniera esponenziale, presumibilmente raggiungendo le decine di migliaia, solamente in Italia. Come possiamo smaltire i pannelli solari dismessi e recuperare la maggior parte delle materie prime di valore?...

  • Immagazzinamento e conversione elettrica

    In futuro, le centrali elettriche produrranno elettricità a partire da varie fonti rinnovabili. Di conseguenza, sarà necessario immagazzinare l’energia in modo efficiente ogniqualvolta l’energia solare o eolica eccedono la domanda. Questo brevetto descrive un sistema efficiente, conveniente e semplice da...

  • Connettore per pareti in legno

    Questo sistema di ancoraggio brevettato si utilizza nelle costruzioni in legno. La sua forma e materiale speciali sono ideali per collegare le pareti in legno o per ancorarle alle fondamenta in cemento, anche in zone ad alto rischio sismico. L'Invenzione...

Iscriviti alla newsletter

Segui le attività promosse
dalla Fondazione UniSMART