Negli ultimi decenni, il settore dei motori elettrici ha acquisito sempre più importanza e interesse, sia per la versatilità di questo tipo di motori sia per questioni di tipo ambientale.
Tradizionalmente, i motori elettrici sono composti da un rotore montato girevolmente con uno statore. I motori così ottenuti presentano molti vantaggi e un’elevata efficienza, ma attualmente il costo dei magneti per motori elettrici rappresenta un grave limite. C’è grande interesse nelle tecnologie che aumentano l’efficienza del motore a costi ridotti.
I motori elettrici sincroni a riluttanza sono un’alternativa ai motori elettrici tradizionali, dato che sfruttano rotori caratterizzati da una struttura robusta e relativamente semplice. Inoltre, questi rotori possono essere prodotti senza magneti permanenti, con una riduzione dei costi di manifattura.
Questa invenzione descrive un rotore per un motore sincrono a riluttanza ottenuto attraverso la tecnologia della produzione additiva (Additive Manufacturing – AM).
Questo nuovo dispositivo concerne la configurazione geometrica delle barriere di flusso del rotore che, costruite con la tecnologia AM, possono avere una geometria ottimale per massimizzare la salienza del rotore e, conseguentemente, le prestazioni del motore.

TRL (Technology Readiness Level)

TRL 4 su 9

Gli inventori

Luigi
Alberti

Scarica la scheda completa del brevetto

Condividi questo contenuto

  • Attrezzatura di fluotornitura per produzioni manifatturiere

    L'invenzione riguarda un processo di fluo-formatura di tubi, mediante l’uso di una attrezzatura innovativa che prevede un vincolo utilizzato per aumentare lo stato di compressione del materiale. Come noto, i...

Iscriviti alla newsletter

Segui le attività promosse
dalla Fondazione UniSMART