Le cure antineoplastiche attuali non sono sufficienti a curare il cancro, in parte per via della poca efficacia e/o selettività. Inoltre, spesso presentano gravi effetti collaterali. Da qui la necessità di nuovi approcci terapeutici.
Questa invenzione consiste nella progettazione, realizzazione e somministrazione di peptidi che bersaglino specificatamente l’esochinasi II (Hexokinase 2 – HK2) nei tumori, con attività antineoplastiche.
L’HK2 è un enzima glicolitico che contribuisce al metabolismo, alla crescita e alla morte per inibizione delle cellule tumorali. La sua espressione è associata ad una prognosi sfavorevole e resistenza chemioterapica/radioterapica in vari tumori solidi ed ematopoietici.

TRL (Technology Readiness Level)

Lead Optimization/Preclinical

Gli inventori

Andrea
Rasola

Francesco
Ciscato

Paolo
Bernardi

Scarica la scheda completa del brevetto

Condividi questo contenuto

  • Peptidi biciclici per un trattamento mirato contro il cancro

    Dato che gli inibitori basati su micromolecole e macromolecole non sono abbastanza selettivi e potenti, negli ultimi anni si sono sviluppati nuovi composti, tra cui i peptidi biciclici. I peptidi...

  • Fattori terapeutici per il trattamento delle malattie PolyQ

    Le malattie causate dalle poliglutamine (polyQ) sono un gruppo di patologie neurodegenerative causate da una sequenza citosina-adenina-guanina ripetuta, che codifica un lungo tratto polyQ nelle rispettive proteine. Finora sono stati...

  • Inibitori di piccole molecole di attività OPA1 GTPasi con proprietà antitumorali

    Il cancro è una malattia complessa, risultante dall’interazione tra le cellule tumorali e il loro microambiente, con apoptosi deficitaria e l’attivazione di vasi sanguigni quiescenti per indurre la neovascolarizzazione a...

Iscriviti alla newsletter

Segui le attività promosse
dalla Fondazione UniSMART