L’amidoilosi costituisce un gruppo di malattie nelle quali una proteina anomala chiamata amiloide, si forma negli organi e interferisce con il loro normale funzionamento. La diagnosi e tipizzazione accurata dell’amiloidosi sono importantissime per determinare l’intervento terapeutico più accurato.
I metodi attuali di diagnosi dell’amidoilosi sono lunghi, costosi, molto difficoltosi e causano spesso falsi positivi e falsi negativi. Inoltre, richiedono una grande quantità di materia organica. Di conseguenza, c’è necessità di un test diagnostico semplice che consenta una diagnosi dell’amidoilosi più rapida e precisa.
Abbiamo sviluppato un metodo di diagnosi e tipizzazione chimica dell’amidoilosi. L’invenzione consiste in un tampone di lisi e di una procedura di estrazione della proteina, seguita da indagini SDS-PAGE e Immunoblot.
Questo metodo di microestrazione è stato validato per l’amidoilosi cardiaca, ma può essere applicato anche ad altre proteine e tessuti.

TRL 6 su 9

Gli inventori

Castellani
Chiara

Angelini
Annalisa

Valente
Marialuisa

Fedrigo
Marny

Thiene
Gaetano

Scarica la scheda completa del brevetto

Condividi questo contenuto

  • RIMET – RIconoscimento MElanoma da Telerilevamento fotogrammetrico e termografia

    Questo dispositivo è in grado di mappare il derma dei pazienti in visita dal dermatologo per lo screening del melanoma allo stadio iniziale. Il sistema riconosce e valuta i nevi a rischio di sviluppare il melanoma. Le informazioni 3D che...

  • Trattamento alternativo delle artropatie

    L’effetto combinato della proteina BPI (Bactericidal/Permeability-Increasing protein) e dell'acido ialuronico si è dimostrato efficace nel trattamento delle artropatie. Potrebbe integrare o sostituire le terapie antinfiammatorie attuali, che a volte presentano gravi effetti collaterali. Questa combinazione farmaceutica, contenente la BPI e...

  • Nanoparticelle multifunzionali a base di nanoleghe metalliche per scopi diagnostici e terapeutici

    Questa invenzione riguarda le nanoparticelle (NP) che comprendono una lega metallica e uno stabilizzatore organico biocompatibile, utili nella diagnosi e nel trattamento di condizioni patologiche quali i tumori. Tali nanoparticelle possiedono caratteristiche adatte per essere utilizzate come agente di contrasto...

Iscriviti alla newsletter

Segui le attività promosse
dalla Fondazione UniSMART