Attualmente, i pazienti diabetici indossano sensori che tracciano e comunicano i livelli di glucosio, generando un allarme non appena superano il range di sicurezza. A quel punto, se il paziente è cosciente e capace, può iniettare la quantità corretta di insulina, in base al livello glicemico e alla conta dei carboidrati. Chiaramente, una soluzione in cui il sensore fosse direttamente collegato alla pompa per l’insulina, controllata da uno specifico algoritmo, avrebbe un impatto significativo sulla sicurezza e sulla qualità di vita del paziente.
Questa invenzione riguarda un metodo di controllo della somministrazione di insulina nei pazienti diabetici. Nello specifico, questo metodo specifico coordina il funzionamento della pompa per insulina in base alle informazioni fornite dal sensore indossabile. Ciò si può ottenere dalla combinazione di due metodi di controllo. Il primo si basa su un metodo standard che correla la quantità di cibo consumato alle azioni da intraprendere, come determinato dal diabetologo, mentre il secondo sfrutta un modello predittivo, pensato per reagire ai cambiamenti nei livelli di glucosio nel sangue, allo scopo di mantenere la glicemia in un intervallo compreso tra 70 e 140 mg/dl.

TRL (Technology Readiness Level)

TRL 6/7 su 9

Gli inventori

Cobelli

Dalla
Man

De
Nicolao

Magni

Soru

Toffanin

Scarica la scheda completa del brevetto

Condividi questo contenuto

  • Manicotto per sfintere uretrale artificiale

    Al giorno d’oggi, l’incontinenza urinaria è uno dei problemi di salute più diffusi al mondo, con enormi costi socio-economici relativi. Lo sfintere urinario artificiale rappresenta un trattamento standard d'eccellenza, specie...

  • Kit diagnostico per malattie infiammatorie intestinali

    Le malattia infiammatorie intestinali, quali il morbo di Chron e la colite ulcerosa, sono difficili da diagnosticare per tempo a causa della sintomatologia generica e della mancanza di metodo diagnostici...

  • UPGRADER – University of Padua GRaft for Arch enDovascular REpaiR

    Il trattamento endovascolare degli aneurismi dell’arco aortico consente di escludere l’aneurisma, di garantirne il seeling prossimale e distale e di prevenire endoleak nei tronchi sopraortici. Questa endoprotesi è coadiuvante nel...

Iscriviti alla newsletter

Segui le attività promosse
dalla Fondazione UniSMART