Si indicano le matrici 3D per la crescita in vitro di tessuti tumorali.
C’è la necessità di sfrondare le variabili sistemiche attraverso analisi in vitro più rapide ed economiche, per progettare la sperimentazione in vivo su un numero ridotto di animali, con i seguenti benefici:
1. Velocizzare il passaggio alla sperimentazione clinica;
2. Evitare il sacrificio di animali, con vantaggi etici ed economici.
Ricreare un buon modello di tessuto tumorale in vitro consente di sperimentare la nuova formulazione di farmaci antineoplastici, di sviluppare le condizioni di elettroporazione ottimali e di studiare i meccanismi cellulari sottostanti la malattia.

TRL (Technology Readiness Level)

TRL 5 su 9

Gli inventori

Monica
Dettin

Fabrizio
Dughiero

Elisabetta
Sieni

Annj
Zamuner

Scarica la scheda completa del brevetto

Condividi questo contenuto

  • RIMET – RIconoscimento MElanoma da Telerilevamento fotogrammetrico e termografia

    Questo dispositivo è in grado di mappare il derma dei pazienti in visita dal dermatologo per lo screening del melanoma allo stadio iniziale. Il sistema riconosce e valuta i nevi...

  • Corrimano dinamometrico per la misurazione telemetrica delle biomeccaniche di spinta della carrozzina

    A fronte della necessità di misurazioni precise della forza applicata ai corrimani per carrozzine, è stato sviluppato un innovativo sistema telemetrico. Questo sistema innovativo sfrutta tre celle di carico biassiali...

  • Stima della sensibilità all’insulina da CGM e somministrazione di insulina nel diabete di tipo 1

    Negli ultimi 15-20 anni, sono stati messi a punto nuovi strumenti per la cura del diabete, quali il Monitoraggio glicemico continuo (Continuous Glucose Monitoring -CGM) e la Somministrazione continua sottocutanea...

Iscriviti alla newsletter

Segui le attività promosse
dalla Fondazione UniSMART