L’espressione di SerpinB3, parte della famiglia di inibitori della serina proteasi, è associata al processo di carcinogenesi, dato che determina la resistenza all’apoptosi, induce la proliferazione cellulare e porta a una maggiore grado di invasività delle cellule. Inoltre, conduce a una ridotta sorveglianza immunitaria e chemiosensibilità.
Studi recenti hanno documentato che la SerpinB3 si esprime nei tumori primari del fegato con una prognosi sfavorevole, e negli stati avanzati di tumore al colon e al pancreas, di tumore ai polmoni, all’esofago, al seno e alle ovaie con una ridotta reazione alla chemioterapia, per cui è una buona candidata per una terapia tumorale mirata.
Al momento, c’è carenza di composti efficaci nella riduzione dell’espressione di SerpinB3 in tali forme tumorali.
Il 1-piperidina acido propionico, inibitore della produzione di SerpinB3, viene proposto come nuovo farmaco coadiuvante nel trattamento di varie tipologie di tumori solidi che sovraesprimono SerpinB3 e resistenti alla chemioterapia.

TRL (Technology Readiness Level)

Lead Optimization/Preclinical

Gli inventori

Patrizia
Pontisso

Alessandra
Biasiolo

Andrea
Martini

Santina
Quarta

Mariagrazia
Ruvoletto

Cristian
Turato

Gianmarco
Villano

Scarica la scheda completa del brevetto

Il progetto PoC@Unipd 2022

Con l’obiettivo di sostenere la competitività delle imprese attraverso la valorizzazione di titoli di proprietà industriale, l’Unione Europea – NextGenerationEU e il Ministero dello Sviluppo Economico hanno promosso il Programma Proof of Concept, un bando per la realizzazione di programmi di valorizzazione dei brevetti tramite il finanziamento di progetti in fase Proof of Concept (PoC) delle Università Italiane, degli Enti Pubblici di Ricerca (EPR) italiani e degli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS).

Il bando mira alla realizzazione di percorsi di innalzamento del TRL (Technology Readiness Level) delle tecnologie brevettate nel mondo della ricerca accademica, creando i presupposti affinché queste possano diventare opportunità strategiche per il mondo imprenditoriale.

Dopo un attento esame della Commissione di valutazione del Ministero nei confronti delle proposte progettuali ricevute, per il secondo anno l’Università di Padova è stata ammessa al Programma e ha selezionato così 8 progetti PoC. L’Ateneo ha selezionato gli 8 progetti tramite un bando interno e il programma ha potuto muovere i primi passi a dicembre 2023: da questo momento il Team PoC ha iniziato a lavorare per validare le tecnologie proposte ed il programma terminerà il 31 dicembre 2024.

Nel corso del programma, il gruppo di lavoro dell’Università sarà affiancato da un Expert Committee esterno, costituito da figure di elevato livello scientifico e professionale (investitori ed imprenditori) in grado di fornire un autorevole punto di vista sulle scelte strategiche e progettuali. 

UniSMART – Fondazione Università di Padova è stata incaricata di gestire la valorizzazione dei risultati degli 8 progetti, mettendo a disposizione le competenze del personale altamente qualificato nei diversi settori di pertinenza dei progetti PoC ed esperto in tema di innovazione.

Condividi questo contenuto

  • CuRE – Complessi di rame come nuovi agenti anticancro

    Anche se i farmaci a base di platino, quali il cisplatino, hanno ottenuto grande successo nei trattamenti oncologici e sono attualmente inclusi nella maggior parte dei protocolli clinici per la...

  • Nuovo approccio antitumorale: peptidi che bersagliano la proteina esochinasi II

    Le cure antineoplastiche attuali non sono sufficienti a curare il cancro, in parte per via della poca efficacia e/o selettività. Inoltre, spesso presentano gravi effetti collaterali. Da qui la necessità...

  • TEC-PROMEST – Metodo di estrazione delle proteine a scopi diagnostici

    L'amidoilosi costituisce un gruppo di malattie nelle quali una proteina anomala chiamata amiloide, si forma negli organi e interferisce con il loro normale funzionamento. La diagnosi e tipizzazione accurata dell’amiloidosi...

Iscriviti alla newsletter

Segui le attività promosse
dalla Fondazione UniSMART