Il glioblastoma (GBM) è il tumore al cervello più diffuso tra i pazienti adulti e ha una sopravvivenza globale (Overall Survival – OS) di 15 mesi. Al giorno d’oggi, i tumori al cervello non vengono analizzati in base alla regione del cervello nella quale si trovano. Studi recenti hanno dimostrato che la loro prognosi è in parte dipendente dall’organizzazione strutturale del cervello: in particolare, il livello di distacco delle fibre di materia bianca può essere interpretato come un biomarker di prognosi. Questa invenzione fa riferimento ad un algoritmo per determinare un nuovo indice prognostico per il tumore al cervello ed è già stato implementato in un software con interfaccia grafica user-friendly (GUI). Il metodo fornisce una stima indiretta dei danni causati dal tumore nei pazienti, comparando dati analitici. L’indice prognostico, assieme all’OS, prova come tumori differenti in diverse regioni cerebrali siano correlati a danni specifici che influenzano la prognosi del paziente.

TRL 4 su 9

Gli inventori

Maurizio
Corbetta

Alessandro
Salvalaggio

Lorenzo
Pini

Scarica la scheda completa del brevetto

Condividi questo contenuto

  • Dispositivo per lo sviluppo di test meccanici su materie organiche

    Le prove meccaniche dei materiali sono essenziali per determinare le loro proprietà, quali l’elasticità, la plasticità e il comportamento viscoelastico. Tali proprietà sono cruciali per valutare se un materiale risponde a specifici requisiti di lavorazione e produzione. Riguardo alle prove...

  • Protesi biomimetica caviglia-piede a elevate capacità sensoriali

    L’oggetto di questo brevetto è una protesi attiva bioispirata caviglia-piede, pensata per migliorare la qualità di vita del suo utilizzatore, riducendo significativamente le differenze tra arti biologici e artificiali. Infatti, il profilo di questo dispositivo prostetico riproduce fedelmente gli elementi...

  • UPGRADER – University of Padua GRaft for Arch enDovascular REpaiR

    Il trattamento endovascolare degli aneurismi dell’arco aortico consente di escludere l’aneurisma, di garantirne il seeling prossimale e distale e di prevenire endoleak nei tronchi sopraortici. Questa endoprotesi è coadiuvante nel trattamento dell’aneurisma dell’arco aortico. Il suo scopo è consentire un...

Iscriviti alla newsletter

Segui le attività promosse
dalla Fondazione UniSMART