Per poter garantire la qualità e l’autenticità di cibi quali il miele, i succhi di frutta o i nettari, è importante poter disporre di informazioni dettagliate sulla tipologia e la quantità di zuccheri che contengono.
I metodi più diffusi per quantificare gli zuccheri e gli oligosaccaridi si basano su tecniche di separazione, quali l’HPLC (High Pressure Liquid Cromatography) e la GC (Gas Cromatography), che tuttavia non restituiscono risultati accurati. Questa invenzione propone un metodo di identificazione e qualificazione degli zuccheri negli alimenti complessi attraverso la tecnica NMR (Nuclear Magnetic Resonance) CSSF TOCSY, che è in grado di identificare e quantificare simultaneamente e con maggiore precisione i tipi di zuccheri presenti nel miele, nei succhi di frutta, nel latte e nel vino.
In particolar modo, il metodo si applica alle matrici alimentari senza la necessità di costosi pretrattamenti chimici precedenti l’analisi strumentale.
In tale contesto, lo stesso metodo può essere utilizzato per l’analisi di biofluidi quali urina, sieri, saliva e latte materno per tracciare la presenza di metaboliti che possano indicare condizioni patologiche.

TRL (Technology Readiness Level)

TRL 4 su 9

Gli inventori

Schievano
Elisabetta

Rastrelli
Federico

Scarica la scheda completa del brevetto

Condividi questo contenuto

  • Previsioni dell’efficacia dei vaccini nell’avicoltura

    Il metodo descritto nel presente brevetto può predire l’efficacia dei vaccini contro il virus della bronchite aviaria (Infectious Bronchitis Virus, IBV), senza l’utilizzo di infezioni sperimentali. Attualmente, il monitoraggio della...

  • MICRO-ERT 3D IN AGRICOLTURA

    L’analisi micro tomografica tridimensionale di resistività elettrica (Micro-ERT 3D) è utile a caratterizzare le condizioni di umidità per monitorare le attività di assorbimento degli apparati radicolari. Questo brevetto apporta migliorie...

  • ECOPEP – Sviluppo di un nuovo approccio ECOnomico ed ECOsostenibile per la produzione di PEPtidi ad azione fitosanitaria

    I funghi del genere Trichoderma generano i peptaiboli, metaboliti secondari che fanno parte del loro sistema di difesa contro altri microorganismi. Tali composti sono noti per la loro abilità nel...

Iscriviti alla newsletter

Segui le attività promosse
dalla Fondazione UniSMART