Cultura d’impresa, opportunità per i giovani e rigenerazione dei vuoti commerciali. Questi sono i tre capisaldi del progetto BOTTEGA2030, capitanato dal Comune di Padova, che vede coinvolti ASCOM Padova, CCIAA Padova, CIOFS-FP Veneto ETS, Comune di Abano Terme, Comune di Montegrotto Terme, Comune di Torreglia, Fondazione Salesiani, GAL Patavino, PST Galileo e la Fondazione UniSMART.

Il partenariato intende valorizzare la vocazione culturale e turistica di Padova in sinergia con il bisogno crescente di consegnare alla cittadinanza, e alla comunità universitaria, un ecosistema innovativo e dinamico capace di accogliere nuove attività imprenditoriali, accompagnandole così alla fioritura.

Le attività formative e sperimentali verranno destinate ai potenziali giovani imprenditori e imprenditrici del territorio che potranno usufruire di incontri di orientamento, laboratori e focus group atti a contaminare e coltivare le idee di business. Una volta preparato il terreno imprenditoriale, i giovani verranno supportati nella fase di rigenerazione degli spazi cittadini ad oggi inutilizzati ma ad alto valore strategico per le singole attività e per la comunità. Infatti, come già indicato dal Comune di Padova, il progetto viene chiamato “BOTTEGA perché i vuoti commerciali e i contenitori sottoutilizzati saranno i protagonisti di una nuova vitalità creativa ospitando i giovani imprenditori”.

In particolare, UniSMART si occuperà di supportare il partenariato e il pool di giovani imprenditrici e imprenditori selezionati per la fase formativa e sperimentale rispetto all’approfondimento delle tematiche di Collaborative & Innovation Business, Digital Economy e Sustainability.

Categories: News

Condividi questo contenuto

Iscriviti alla newsletter

Segui le attività promosse
dalla Fondazione UniSMART