Roadshow

BioInItaly 2021 - PadovaRoadshow for Biotech Innovation webinar 04 febbraio 2021

BioInItaly Investment Forum

Dopo il successo delle prime due edizioni UniSMART – Fondazione Università degli Studi di Padova, al fianco di Assobiotec e Cluster Nazionale della Chimica Verde SPRING, lo scorso 4 febbraio ha ospitato la tappa padovana del Roadshow Nazionale BioInItaly Investment Forum, promosso da Intesa Sanpaolo Innovation Center.

BioInItaly è un programma di accelerazione rivolto non solo a startup, ma anche a spin-off universitari e a progetti di ricerca nell’ambito della Circular Bioeconomy e delle Scienze della Vita. Negli ultimi due anni ha permesso a diverse realtà padovane di presentare le proprie idee innovative ad esperti del settore ed ai grandi player coinvolti dall’iniziativa.

 

L’80% dell’industria delle biotecnologie in Italia è costituito da imprese di piccola e micro dimensione, che hanno avuto un ruolo propulsivo nella dinamica di crescita dell’intero comparto – Dichiara Riccardo Palmisano, Presidente di Assobiotec Federchimica – […] Obiettivo di BioInItaly è da sempre quello di aiutare il passaggio indispensabile a trasformare l’idea in prodotto, offrendo a queste realtà un percorso di formazione che le rende più pronte a parlare al mercato e agli investitori nazionali e internazionali. Dal 2008 ad oggi BioInItaly ha permesso di raccogliere più di 60 milioni di euro investiti in tante differenti startup innovative in Italia, dando un’opportunità di crescita alle aziende e di lavoro qualificato ai nostri giovani ricercatori e imprenditori.

UniSMART – Fondazione Università degli Studi di Padova conosce l’importanza imprescindibile delle biotecnologie per lo sviluppo di un territorio come quello del Veneto e la collaborazione tra i diversi attori chiave del settore è fondamentale per creare sinergie virtuose e una massa critica di innovatori e finanziatori. In questo senso l’Università di Padova ha da sempre un ruolo trainante nel promuovere l’innovazione nel settore biotech e BioInItaly è un ulteriore stimolo per la nascita di nuove aziende in un settore così importante – afferma Fabio Poles, Direttore Generale di UniSMART – Fondazione Università degli Studi di Padova.

I progetti presentati

Durante l’evento abbiamo ascoltato diverse innovazioni nel mondo Biotech:

  • Marco Agostini, ricercatore dell’Università di Padova e uno degli ideatori del progetto PREDICT, ha proposto un modello “avatar” del paziente oncologico per la medicina personalizzata. Attraverso lo sviluppo di organoidi derivati da cellule tumorali del paziente sarà possibile individuare farmaci più efficaci e creare una terapia paziente-specifica.
  • Daniela Basso, professoressa dell’Università di Padova, ha sviluppato un kit diagnostico per le Malattie Infiammatorie Croniche dell’intestino. Il kit, in breve tempo, permetterà di ottenere un profilo diagnostico in grado di distinguere con efficacia e sensibilità la malattia di Crohn dalla rettocolite ulcerosa.
  • Paolo Rizzardi, co-fondatore di Altheia Science, spin-off dell’Università di Padova, ha presentato gli sviluppi di due progetti principali legati alla terapia genica: il primo per il trattamento delle malattie autoimmuni e il secondo per un nuovo approccio di immunoterapia per il trattamento dei disturbi mieloidi.

Il vincitore

Altheia Science, spin-off dell’Università degli Studi di Padova, ha vinto la tappa padovana di BioInItaly 2021 presentando le sue tecnologie per il trattamento delle malattie autoimmuni e dei disturbi mieloidi. Questa vittoria porterà lo spin-off direttamente alla masterclass con Bill Barber, Coach e Responsabile Valutazione e Accelerazione Startup di Intesa Sanpaolo Innovation Center.

Sei un docente o ricercatore dell’Università di Padovae fai ricerca sulle biotecnologie?

Sei un’azienda interessata a sviluppare know-how in questo settore?

Scopri i servizi di UniSMART!

Scarica la brochure