smact

Pubblicato il bando del Ministero per la creazione dei Competence Centre nazionali.

Padova ed altri 8 atenei del Nord-Est pronti a dare vita al centro di specializzazione sulle tecnologie SMACT.

È finalmente online il bando per la costituzione dei Centri di Competenza ad Alta Specializzazione previsti dal Piano nazionale Industria 4.0, noti come “Competence Centre”, ovvero poli di innovazione costituiti nella forma di partenariato pubblico-privato da almeno un organismo di ricerca e da una o più imprese.

L’obiettivo dei Centri è l’orientamento e la formazione delle imprese (con un occhio di riguardo alle PMI) nella prospettiva di promuovere ed attuale progetti di innovazione, ricerca industriale e sviluppo sperimentale in ambito 4.0.

Nel corso dei mesi da febbraio ad aprile 2018, le Università italiane interessate a partecipare dovranno presentare il proprio progetto di creazione di veri e propri hub dell’innovazione al Ministero dello Sviluppo Economico.

Come già raccontato in un precedente articolo, sono 9 le Università del Triveneto che nel 2016 hanno sottoscritto un memorandum of understanding per la creazione del Competence Center delle Venezie: Padova (la capofila); Venezia Ca’ Foscari; Verona; Iuav; Trento; Bolzano; Udine; Trieste e la Sissa, la scuola internazionale di studi superiori del capoluogo giuliano.

La specializzazione espressa dal Competence Centre guidato dall’ateneo di Padova è quella legata alle tecnologie SMACT (Social, Mobile, Analitics, Cloud, Things) e mira alla costituzione di un ecosistema capace di mettere in relazione le imprese con gli attori dell’innovazione e gli investitori, per permettere alle prime di crescere quantitativamente ma anche qualitativamente, traducendo in nuovi prodotti e processi le opportunità offerte dalle tecnologie SMACT.

In questo quadro il ruolo di interfaccia proattiva di Unismart tra le PMI ed i gruppi di ricerca universitari potrà accelerare le opportunità più promettenti e supportare nella rapida definizione di progetti di ricerca, in sinergia con i Dipartimenti e gli Uffici di ateneo.

A tal proposito i progetti collaborativi più ambiziosi potranno essere “scalati” a livello internazionale verso il programma europeo H2020 dove esistono molteplici sinergie con gli obiettivi del Competence Center, come ad esempio lo schema “SME Instrument” o “Fast track to Innovation”, le call all’interno della PPP “Factory of the Future” o le azioni di DG CONNECT dedicate alla robotica, automazione e digitalizzazione del sistema manifatturiero e non solo.

Al fine di illustrare alle aziende le finalità dello SMACT Competence Center e le modalità di adesione, si terrà presso l’Orto Botanico di Padova l’evento di presentazione dell’iniziativa il 20 marzo, dalle ore 17.00.

“Invitiamo tutte le aziende interesse alla trasformazione digitale in atto grazie al Piano Impresa 4.0 del Ministero a partecipare all’evento, che metterà in luce le grandi opportunità che il partenariato pubblico – privato del Competence Centre metterà a disposizione,” spiega il prof. Fabrizio Dughiero, Prorettore al Trasferimento Tecnologico dell’Università di Padova.

“In particolare le aziende potranno essere coinvolte in due modalità: potranno infatti partecipare a progetti specifici che tramite il Competence Centre verranno co-finanziati dal Ministero oppure potranno diventare ‘provider tecnologici’ ed in tal caso intercettare il percorso di trasformazione digitale non solo delle 50.000 mila imprese del Triveneto ma anche di tutte le PMI del territorio nazionale” conclude Dughiero.

Tutti gli interessati sono pregati di confermare la partecipazione, entro il 18 marzo, utilizzando il form disponibile cliccando sul pulsante qui sotto.

Bando del Ministero

Registrati all'evento del 20 marzo all'Orto Botanico